• +39 347 833 12 62
  • info@ciboinsalute.it

    Test di autovalutazione della Candidosi

    La candida è un lievito che colonizza fin dalla nascita vari distretti corporei e che, quando le condizioni lo permettono, può proliferare in forma fungina producendo candidosi che, un tempo, si determinava in modo empirico con dei test su saliva, urine e feci.

    AutoTest saliva

    Al mattino, appena svegliati, prima di mettere in bocca qualsiasi cosa, stimolare la secrezione di un po’ di saliva e sputarla in un bicchiere di acqua pulita. Una saliva sana deve galleggiare in superficie per 30 minuti almeno. Una saliva che entro 30 minuti va a fondo oppure produce filamenti verso il basso oppure intorbidisce l'acqua è indice di presenza di candida

     

    AutoTest urine

    Riempire un bicchiere della propria urina e coprirlo con un coperchietto. Lasciare riposare per ventiquattro ore. Se dopo tale periodo di tempo ci sono delle briciole giallastre nell’urinab isogna fare dei test più approfonditi perché le possibilità che ci sia un’infestazione sono elevate.

     

    Esame feci

    La candida è normalmente presente nell'intestino, il fatto di trovarla nelle feci può non essere un indicatore attendibile poiché non è semplice stabilire se è una presenza fisiologica o patologica, pertanto, per rendere attendibile l’esame, occorre bere la sera precedente un bicchiere di acqua con aceto di mele (tre cucchiai da minestra di aceto più acqua fresca sino a riempimento). Questa “pozione” infatti stacca le spore dei funghi dalla parete intestinale e snida ed evacua colonie ben nascoste. Pertanto, se dopo aver bevuto la “pozione” l’esame risulta negativo significa che è davvero negativo, se invece è positivo, significa che c’è uno stato di candidosi.

     

    Prove indirette di una infezione fungina da candida si possono avere anche dalla messa in circolo di sostanze tossiche derivanti dalla morte della candida nei primi giorni di efficacia della cura farmacologica o naturale che sia. Il fatto che nei primi 3 giorni di cura naturale vi sia un peggioramento dei sintomi è il sintomo che la diagnosi di candidosi fosse corretta.

    Per diagnosticare la candidosi oggi il medico ricava la conferma dagli esami di laboratorio.

     

    Link e riferimenti:

    Test della candida, dionidream

     

    --

    ATTENZIONE: In questo articolo sono pubblicate informazioni a scopi puramente informativi che non possono sostituirsi in alcun modo al parere di un medico. In caso di dubbi sul proprio stato di salute bisogna sempre contattare il proprio medico curante o un altro professionista sanitario. Prima di iniziare qualsiasi programma nutrizionale o di integrazione chiedere sempre il parere al proprio medico di fiducia. Si declina ogni responsabilità dal seguire qualsiasi consiglio senza averne parlato col proprio medico.