• +39 347 833 12 62
  • info@ciboinsalute.it

    Aglio

    coltura da rinnovo che segue una autunnale per consentire una preparazione adeguata del terreno preferibilmente sciolto, non si risemina prima di 3 anni almeno dall'ultima liliacea. la riproduzione avviene per via vegetativa tramite i nuovi bulbilli.

    semina: dal 1° ottobre fino a febbraio (meglio dal 15 ottobre fino al 15 dicembre) si mettono i bulbilli con la punta verso l'alto a file (20cm tra le file, 10cm tra i bulbilli) su prode rialzate per evitare ristagni

    coltivazione: non necessità di parlticolari concimazioni, quando la pianta monta a seme va eliminato lo scapo floreale che è molto ricercato in cucina

    raccolta: a 5-6 mesi dalla semina quando il gambo si è svuotato e seccato, inutile piegarlo perchè lo scambio tra bulbo e foglie si interrompe da solo. dopo la raccolta lasciare asciugare al sole per 2 gg e poi riporre a mazzetti con le radici tagliate quasi del tutto in luogo riparato dal sole e ben arieggiato