• +39 347 833 12 62
  • info@ciboinsalute.it

    a fioritura autunnale

    aster, astro, settembrino, [il giardino degli angeli]

    Preferiscono terreni ben drenati, soleggiati.

    La piantagione può essere autunnale o primaverile.

    Cimare le piante dal momento della messa a dimora fino ai primi giorni di luglio. Asportare le infiorescenze man mano che i fiori appassiscono.

    In autunno le piante vanno recise a pochi centimetri dal terreno non appena comincia a terminare la profusione dei fiori.

    I cespi dei settembrini vanno divisi e moltiplicati ogni 3 anni circa al termina della fioritura, durante il periodo di riposo vegetativo, prima delle gelate invernali (fino ottobre), oppure in primavera prima della ripresa vegetativa (febbraio o marzo a seconda del clima).

    Non temono il freddo.

     

    bulbose, articolo interno

     

    ciclamino autunnale, herifolium

    erica

     

    crisantemi, [Idee green]

    Dopo la fioritura, a fine mese, accorciare i fusti riportando la pianta a una lunghezza di circa 20 cm.
    La potatura va eseguita due volte l’anno: a 15 cm a fine maggio (per aumentare i getti laterali e fare talee di nuove piantine) e a due cm dal capolino fiorale a metà agosto (per aumentare il numero di boccioli). Le talee semilegnose di maggio e quelle di fine inverno possono avere meno probabilità di successo di quelle eseguite a fine agosto durante la seconda potatura.



     

     

    garofano

    La talea di garofano si può eseguire da agosto a novembre, cioè tra l’estate inoltrata e l’autunno. Il periodo migliore per la moltiplicazione del garofano per propaggine cade tra la primavera inoltrata e metà estate, cioè da maggio agli inizi di agosto.

     

    Tags: