• +39 347 833 12 62
  • info@ciboinsalute.it
    Tags:

    [in costruzione ...]

    Chi vuole fare educazione parentale deve scegliere quale metodo usare per insegnare a leggere e scrivere. Esistono vari metodi (analitici-globali, sintentico-tradizionale o fonico-sillabico, naturale, montessoriano, analogico, etc). In questa sede si presentano alcuni metodi senza nessuna preclusione per gli altri ... La cosa più difficile è quella di far scoccare nel bambino l'amore per la lettura e la scrittura.

    L'avventura dell'educazione parentale (o homeschooling, come la chiamano gli anglofoni) è una scelta impegnativa che coinvolge tutta la famiglia in un groviglio inestricabile di esperienze ed emozioni che offre l'opportunità di approfondire la relazione tra genitori e figli in un contesto identitario e di appartenza già consolidato. In genere vengono proposte al figlio ulteriori attività di socializzazione anche al di fuori del contesto familiare per minimizzare le conseguenze di eventuali tare familiari. I primi responsabili dell'educazione anche culturale del proprio figlio sono i genitori che però non possono e non devono rimanere isolati o gli unici riferimenti di pari passo con l'età del figlio.

    Tra i vari metodi che vanno per la maggiore ho scelto di sperimentare il Metodo analogico di Camillo Bortolato il quale necessità di una certa preventiva comprensione del metodo da parte del genitore per poi sperimentare insieme al figlio il percorso di apprendimento che non dovrebbe risultare difficoltoso tranne che per alcuni problemi chiave che bisogna aiutare il bambino a identificare, riconoscere e risolvere tipo il districarsi tra quantità, posizione, ordine, decine, centinaia, somme e sottrazioni (fino al 20 almeno).

    Pronti, attenti, via! di Margaret Sassè

    • il modello anatomo-funzionale e l'educazione fisica: mens sana in corpore sano
    • il modello del percorso corpo-mente e sue linee operative
    • il modello del percorso corpo-emozione: la Pratica Psicomotoria e suoi principi operativi

     

     

     

    per il maestro:

    lezioni base di ritmo, è facile fare musica, è difficile leggerla

    Tags:

    assecondare i bambini in tutte le loro sincere curiosità

    proporre esperienze sul programma nel momento in cui il bambino o lo chiede da solo o si capisce che è pronto

    In 1a per Italiano si può seguire una progressione dal semplice al complesso secondo uno schema di massima :

    Cerchiamo di rispondere a queste domande:

    1. che cos'è la scuola ? l'istruzione ?
    2. chi è l'insegnante ?
    3. il programma deve essere stabilito da un ente centrale, decentrato o può essere autonomamente scelto dall'insegnante ?
    4. cos'è la motivazione ad imparare?

    playlist di Byoblu sull'unschooling

    Tags:

    risorse didattiche,

     

     

    Sottocategorie

    Cosa si può fare ?

    Informazione